Archivio notizie

LA BALTUR, UNA VERA CORAZZATA

Pubblicato in - 2018-05-09 18:21:00

Non ci sarebbe bisogno di tanti giri di parole per presentare la nostra prossima avversaria in questi fantastici playoff, ovvero la Baltur Cento. Prima classificata nel girone B con un clamoroso bilancio di 26 vinte e 4 perse, gli emiliani allenati da Giovanni Benedetto sono una delle candidate più autorevoli alla promozione di A2, un obiettivo che la società insegue da diversi anni e che, per costanza di investimenti e di presenza ad altissimi livelli, se lo meriterebbe pure.

Una squadra esperta, solida, con una panchina smisurata, che ha perso per strada il lungo titolare Benfatto, fermato da un grave infortunio. Ma la lunghezza del roster dovrebbe permettere a Benedetto di sopperire all'assenza, grazie alla duttilità di Piunti (ex Orzinuovi), giocatore che va spesso in doppia cifra di punti e rimbalzi, ma soprattutto alle doti offensive di Nelson Rizzitiello, il grande ex di turno, che cerca la sua terza promozione in A2 consecutiva. Sono loro le anime del pitturato della Baltur, che sul perimetro presenta una batteria di esterni spaventosa, ad iniziare dagli oriundi Sebastian Vico e Adrian Chiera, mentre in regia agiscono il giovane Pasqualin e l'esperto Cantone, anche lui reduce da una promozione con Orzinuovi. Chiera e Vico conoscono bene l'arte di fare canestro, giocatori dotati di punti nelle mani, senso del canestro e grandi mezzi atletici (soprattutto Chiera). Dalla panchina escono, oltre a Cantone che poi in realtà gioca parecchi minuti, l'estroso D'Alessandro (uno dei migliori nella serie vinta con la Sangiorgese) e il promettente Ba. La Baltur arriva a questa semifinale dopo aver eliminato abbastanza agevolmente in due partite la Sangiorgese, vincendo sia in casa (74-62) che a San Giorgio su Legnano (59-76). Finora le uniche squadre ad aver sconfitto la corazzata estense sono state Piacenza, Crema (unico ko casalingo di tutta la stagione), Forlì e Vicenza. Chiudiamo con un altro dato interessante, che rende l'idea del valore della Baltur: ha chiuso la stagione regolare come miglior difesa del girone (64,8 punti per gara) e (quasi) miglior attacco: il terzo assoluto, dopo Faenza e Piacenza, con 78,4 punti per gara.

Commenti