Archivio notizie

A PIOMBINO CON UN SOGNO NEL CUORE

Pubblicato in - 2017-04-08 17:46:00

La serata delle stelle, dei sogni e delle speranze. La strada che porta verso il sogno chiamato playoff passa da Piombino, dove domenica (palla a due ore 18) la Fabiani scenderà in campo per la terzultima giornata di stagione regolare. Una partita che potrebbe diventare la più importante di tutta la stagione, se arrivasse quel risultato che i ragazzi inseguono dal primo giorno di raduno. Archiviata la salvezza matematica, che di per se costituisce già un grande risultato e che ci permetterà di disputare la serie B per la quarta stagione consecutiva, adesso il pensiero della truppa di coach Campanella è rivolto all'ingresso stabile nelle prime otto della classifica, posizione che bene o male occupiamo dalla prima giornata di campionato. La sconfitta nel derby ha rinviato il verdetto e ci costringerà a fare qualche fatica in più. Dati alla mano, potrebbe bastare una vittoria nelle tre partite che restano per festeggiare. Ma se questa vittoria arrivasse già a Piombino, potremmo buttare via calcolatrici, penne e fogliettini, e giocare contro Fiorentina ed Empoli per capire quale sarà la nostra posizione nella griglia: i tirrenici, noni in classifica a 4 punti da Meini & co., non potrebbero più raggiungerci. Ma anche la Solbat di coach Padovano ha i suoi buoni motivi per vincere domenica: battendoci resterebbe in corsa per i playoff e soprattutto raggiungerebbe la virtuale salvezza, allontanando lo spettro chiamato playout. Non sarà certo una partita facile per Montecatini contro una squadra che in casa sa esaltarsi, trascinata dal proprio leader Bonfiglio e da un gruppo di giocatori che in più di una occasione ha mostrato il suo valore. Un tesoro inestimabile da non sprecare assolutamente sarà il +18 maturato nella vittoria d'andata al Palaterme: potrebbe servire in casi estremi pure quello. Almeno fino a oggi, Montecatini sarà padrona del proprio destino, senza pensare alla differenza canestri o alla classifica avulsa. "Avendo tre scontri diretti da giocare - analizza coach Campanella - siamo assolutamente padroni del nostro destino. Abbiamo raggiunto il primo obiettivo ottenendo la salvezza matematica, ma adesso vogliamo mettere la ciliegina sulla torta". Tutti noi arriviamo a questa gara al termine di una settimana molto particolare. La repentina scomparsa del padre di Marco Petrucci, avvenuta domenica notte tornando proprio dalla partita del figlio, ha segnato profondamente l'animo di tutti noi, dirigenti, giocatori, staff e tifosi. La comunità rossoblù si è stretta attorno al giocatore viareggino partecipando al completo mercoledi scorso ai funerali del padre. La preparazione vera e propria alla gara di Piombino è iniziata solo giovedi, ma coach Campanella chiaramente sdrammatizza: "Il nostro dovere era stare con Marco - dice - e da questa situazione il gruppo ne è uscito rafforzato. Siamo tutti consapevoli della posta in palio ma dovremo giocare con serenità. Ci siamo allenati bene, Marco è tornato in palestra e credo proprio che giocherà. A questo punto della stagione non contano tanto la tattica o la tecnica, ma le motivazioni, le energie mentali e fisiche rimaste e la voglia che ha ognuno di noi di raggiungere questo obiettivo". Nonostante tanti giocatori abbiano acciacchi sparsi, Montecatini sarà al completo e sarà seguita a Piombino da un buon numero di tifosi. Queste partite è bello giocarle, ma sarebbe meraviglioso vincerle.

Commenti