Archivio notizie

COACH TONFONI E' DELUSO: "TERZO QUARTO INSPIEGABILE"

Pubblicato in - 2018-10-08 19:51:00

Coach Alberto Tonfoni tutto si aspettava, tranne che questa debacle. La (netta) sconfitta di San Giorgio, con un passivo tra i più pesanti della storia societaria, ha scalfito le certezze del coach rossoblù, comunque consapevole che il cammino sarebbe stato lungo e tortuoso. Ma trovarsi davanti un macigno così grande subito alla prima partita, forse non era previsto. "Nel primo tempo ho avuto buone sensazioni - racconta - i ragazzi erano sul pezzo, abbiamo avuto qualche passaggio a vuoto in difesa tamponato dalle buone percentuali in attacco. Non abbiamo mai avuto il pallino del gioco, ma i nostri avversari hanno durato fatica e sbagliato cose anche per merito nostro". Poi, sotto di 5 all'intervallo, è arrivato il terzo quarto. "San Giorgio ha messo tanta energia e noi abbiamo sbagliato tutto - spiega il Tonf - non ci possiamo permettere prestazioni di questo tipo, siamo stati pessimi in difesa e abbiamo sbagliato tutte le scelte in attacco, non abbiamo fatto niente di quel che serviva. Siamo stati sempre battuti nell'uno contro uno, non ci sono stati aiuti nè rotazioni difensive. Siamo giovani ma questo non dev'essere un alibi, abbiamo mancato in quel che è la base dell'organizzazione difensiva. Da oggi testa bassa e lavorare, queste partite ci devono servire per crescere e per calarsi ancora di più in un campionato dove ci sono squadre che non perdonano nulla". Nessun dramma quindi, ma capire la lezione, elaborare e preparare la reazione. Prestazioni così capitano spesso soprattutto ad inizio stagione e soprattutto ad una squadra giovane che deve conoscersi e crescere. Montecatini non è certamente la squadra di fenomeni che ha battuto Firenze nella finale del torneo Cardelli ma nemmeno la squadra di sprovveduti vista a San Giorgio. Come spesso accade la verità sta nel mezzo, e già dal match di domenica al Palaterme contro la neopromossa Vigevano, debutto stagionale davanti ai nostri tifosi, si vedrà se i rossoblù avranno capito la lezione.

Commenti