News

COACH CARDELLI FA IL POMPIERE: "BELLA VITTORIA, MA LA STRADA E' LUNGA" .

Come prima vittoria da capo allenatore in serie B, diciamo che poteva andare peggio. Giacomo Cardelli sceglie la capolista come prima vittima della sua carriera da allenatore, al termine di un match gestito con grande lucidità dal 27enne coach nativo di Massa Cozzile. Una soddisfazione enorme che trapela dal volto di "Jack", che ha finalmente portato la squadra alla vittoria dopo averla sfiorata due volte.

E se pensiamo che da una parte c'era una squadra che aveva vinto solo 3 partite, dall’altra una squadra che ne aveva perse solo tre, possiamo ben capire l'entità dell'impresa rossoblù: per una sera le distanze si sono azzerate, per merito di una squadra energica e determinata, che ha vinto la partita nel momento più difficile, ovvero quando San Miniato sembrava averla in pugno. Per coach Cardelli è stata quella la chiave della partita: “Senza dubbio – commenta il coach rossoblù – siamo stati bravi a rientrare in gara sia tecnicamente che con la testa. Quando San Miniato è andata in vantaggio di 14 punti abbiamo subito segnato da tre punti e abbiamo dato il segnale di essere vivi. Forse loro si aspettavano che noi mollassimo, ma ci siamo compattati e abbiamo messo la partita sui nostri binari, loro forse non sono riusciti ad adeguarsi”. Tutti hanno notato nell'infuocato finale l'assenza in campo di Iannilli, senza dubbio uno dei migliori in maglia rossoblù. E la domanda sul perché Iannilli sia rimasto a sedere arriva puntuale: “Ho scelto di metterci "a specchio" perché stavamo andando bene - replica Jack - e tenevamo il ritmo di San Miniato soprattutto in difesa, contenendo gli uno contro uno. Non nego che per fare questa scelta mi sono confrontato con più persone, e il risultato ci ha dato ragione. Queste scelte alla fine possono avere un esito positivo o negativo, resta il fatto che tatticamente era una scelta che dovevamo fare”. Dopo aver perso con Firenze dopo due supplementari, con Palermo dopo un supplementare e a Omegna dopo tre quarti giocati alla grande, è arrivata finalmente la vittoria tanto agognata, anche grazie ad un paio di episodi che, almeno stavolta, hanno girato per il verso giusto. “Sicuramente aver battuto San Miniato è il segnale di essere cresciuti e la conferma che stiamo lavorando bene – prosegue il coach rossoblù – questa può essere una partita che ci da energia e spinta morale per le prossime sfide che sono ancora più importanti di questa, perché giocheremo tre scontri diretti nelle sette partite che restano. Ma già sabato prossimo a Capo d'Orlando dovremo fare una gara ancora più importante. Se riusciremo a dare continuità ai risultati, battere San Miniato diventerà importante, ma non dobbiamo certo adagiarci sugli allori, non siamo arrivati a niente e la strada è ancora molto lunga. Forse adesso siamo artefici del nostro destino".

2020-02-24 12:42:00

Altre News.

  • DOMENICA 7 MARZO DATA LIMITE PER LA RIPRESA DEI CAMPIONATI

    Qualcosa si sta muovendo. Pian piano, con molta circospezione, ma si intravede una luce in fondo al...
  • UNA PICCOLA SPERANZA DI RIPARTENZA

    Il 2021 inizia con una notizia che fa ben sperare, una timida luce che si affaccia sul fronte...
  • LA RIPRESA SI AVVICINA ?

    Siamo arrivati alle porte di dicembre e ci sono piccoli movimenti che fanno sperare nella ripresa...
  • GRANDE SUCCESSO DELLE NOSTRE INIZIATIVE SOCIAL

    La prima settimana delle nuove iniziative social proposte dalla nostra società è...
  • LA ZONA ROSSA BLOCCA GLI ALLENAMENTI

    La recente "introduzione" della Toscana in zona rossa ha di fatto interrotto...
  • LE NUOVE INIZIATIVE SOCIAL IN ATTESA DELLA RIPRESA

    Il basket giocato purtroppo è fermo, ma l’attività comunicativa della nostra...
  • BASKET IN LOCKDOWN, SI RIPARTE IL 10 GENNAIO

    Niente basket fino al 2021. La Fip regionale ha freddato tutti gli entusiasmi comunicando in...
  • LA FIP SOSPENDE I CAMPIONATI FINO AL 29 NOVEMBRE

    Non è un lockdown cestistico, ma poco ci manca. Il Consiglio Federale della Fip,...
  • IL CAMPIONATO NON INIZIA, RINVIATA LA PRIMA GIORNATA

    La doccia fredda, peraltro prevedibile vista la situazione precaria a livello nazionale, è...
  • ECCO IL CALENDARIO: ESORDIO SABATO 24 A MONTALE

    Scongiurata la sospensione dell'attività dopo le voci che si erano rincorse nella...

LASCIA UN COMMENTO .