Archivio notizie

ROSSOBLU', ASSALTO ALLA SANGIORGESE

Pubblicato in - 2017-11-17 17:54:00

Sarà una Montecatiniterme all'arrembaggio quella che si presenterà domenica al Palabertelli di San Giorgio su Legnano per affrontare la Sangiorgese (palla a due ore 18). Arrembaggio necessario per surrogare una settimana difficile, con diversi problemi fisici e la volontà di giocare una gara aggressiva mascherando i problemi. Affronteremo una squadra costruita per arrivare ai playoff con in panchina una nostra vecchia conoscenza, quel Daniele Quilici che ha allenato per una vita a Empoli e che ora prova a metter su qualcosa di buono in Lombardia. E la "Sangio", come viene abitualmente chiamata dai suoi tifosi, ha tutte le qualità per mettere in difficoltà, qualunque avversario, anche una squadra rossoblù incerottata, agevolata da un fattore campo che sa essere incisivo. Finora i lombardi hanno vinto tre partite su sette, e in casa hanno giocato contro Varese, San Miniato, Moncalieri e Alba, battendo le prime due e venendo battuta dalle due piemontesi. Coach Campanella presenta i nostri prossimi avversari: "La Sangiorgese ha cambiato molto rispetto all'anno scorso, è formata da giocatori talentuosi con punti nelle mani e il quintetto base è buono per la categoria. Sotto canestro agisce un giocatore solido e concreto come Lenti, buon rimbalzista e robusta presenza nel pitturato. I principali riferimenti offensivi sono Tassinari e Falconi, giocatori che creano gioco, bravi in uno contro uno ed a creare tiri aperti per i compagni, il penetra e scarica è il loro mantra. Prepareremo la gara cercando di disinnescare loro due". Tassinari e Falconi viaggiano entrambi sui 12 punti per gara, e dalle loro mani passa il gran parte del gioco della Sangiorgese. Attenzione anche all'ala Bianchi, pericolosissima fronte a canestro, giocatore di grande fisicità, mentre dalla panchina non escono fuoriclasse ma giocatori molto utili come Scali e Rossi. "La nostra prima idea - continua il coach - dovrà essere quella di disinnescare il loro gioco in velocità soprattutto in transizione, e la nostra transizione difensiva dovrà essere impeccabile. Poi dovremo occupare bene l'area per impedire le penetrazioni e imporre loro scarichi difficili. Abbiamo passato una settimana non facile e abbiamo qualche giocatore acciaccato, ma questo non deve darci alibi, in un campionato ci sono tante situazioni di questo tipo e i ragazzi hanno dimostrato di saper tirar fuori il carattere in situazioni d'emergenza". 

Commenti