Archivio notizie

RESETTARE E RIPARTIRE

Pubblicato in Focus On - 2017-02-08 16:57:00

Dopo scoppole come quella di domenica scorsa a San Miniato, verrebbe automatico iniziare a fare processi e cercare colpevoli, modello tribunale dell'Inquisizione a caccia di teste da tagliare per poter smaltire la rabbia. Niente di tutto ciò. Le sconfitte si accettano e si volta pagina, cercando di assimilare la lezione impartita dalla partita di domenica: dove non arriva la tecnica, arriva l'intensità; dove non arriva il talento, arriva il coraggio; dove non arriva il cervello, arriva il cuore. San Miniato ha giocato la partita che voleva e doveva giocare, noi no. Inutile cercare scuse nell'arbitraggio o in altre questioni, semplicemente non abbiamo capito la partita che ci attendeva e ne siamo rimasti travolti. Bisogna solo resettare, ripartire e reagire, cercando appoggio nel pubblico e nel proprio orgoglio. La lezione da capire è che da ora in poi ci attendono 11 battaglie, 6 in casa e 5 in trasferta, e la squadra deve arrotolarsi le maniche e prepararsi alla "guerra", partita dopo partita. Raggiungere il sogno playoff passa inevitabilmente dal tenere inviolato il Palaterme nelle 6 partite che restano, ma gli avventori saranno tutt'altro che morbidi: Valsesia, Omegna, Moncalieri, Bottegone, Oleggio e la Fiorentina. Iniziamo domenica prossima a dare segnali di riscossa: Valsesia è il miglior attacco del girone, è una squadra che gioca bene e che dispone di tanti giocatori di talento. Ma noi abbiamo un trentello da "vendicare": come dicono gli americani, "not in my house".

Commenti