Archivio notizie

FAENZA, QUINTA PER CASO

Pubblicato in - 2018-04-26 16:10:00

Come ormai tutti sanno, la nostra avversaria nei quarti di finale è il Rekico Faenza, squadra classificatasi al quinto posto del girone B con un bilancio di 19 vinte e 11 perse, di cui 13-2 in casa e 6-9 in trasferta. Una squadra che ha probabilmente reso meno delle aspettative di inizio stagione, che la vedevano nel terzetto delle migliori, e che proprio per questo si candida autorevolmente come mina vagante dei playoff. Il giocatore più pericoloso è senza dubbio Mattia Venucci (nella foto), playmaker razzente e ottimo realizzatore, miglior marcatore del girone B, giocatore da 18,3 punti per gara col 54% da due e il 41% da tre, oltre a 4 assist per gara. Accanto a lui, anche come ruolo, troviamo Mattia Perin, guardia dal tiro mortifero (42% dal campo) e ottimo assistman (4,5 per gara), una coppia di esterni che garantisce il 40% del fatturato offensivo e sulla quale verte gran parte delle fortune della Rekico. Il quintetto base è completato dal centro Silimbani e dalle due ali Chiappelli e Iattoni. Nel quintetto di Faenza non ci sono ruoli predefiniti, tutti coprono tutti i ruoli in un sistema equilibrato e teso a non dare punti di riferimento agli avversari. Un giocatore come Iattoni, ad esempio, può coprire tranquillamente tre ruoli, e permettere a coach Regazzi di schierare quintetti alti o bassi, con 4 piccoli o tre lunghi. La versatilità è la parola d'ordine della Rekico, che è una squadra di forte propensione offensiva tanto da aver chiuso come miglior attacco del girone B (79,6 punti segnati contro 72,2 subiti). In panchina coach Regazzi può allungare le rotazioni con l'ex varesino Pagani, la giovane ala Aromando (giocatore in forte crescita), la guardia Brighi e il play-guardia Benedetti, una istituzione ormai della squadra faentina, dove gioca dalla stagione 2014/2015. 

Commenti