Archivio notizie

TRA (TANTE) LUCI E (POCHE) OMBRE

Pubblicato in Ipse dixit - 2017-10-09 18:41:00

Dalla sconfitta di Pavia arrivano essenzialmente tre notizie: la prima, ce la possiamo giocare con tutte. La seconda, questi ragazzi non mollano veramente mai. La terza, per crescere bisogna alzare l'asticella dell'autostima. Pavia ha vinto perchè ha giocatori di talento. Non che i nostri non ce l'abbiano, ma se De Min e Di Bella giocano da anni tra A2 e serie B, un motivo ci sarà. Il lungo friulano ha segnato per tre volte nell'ultimo quarto allo scadere dei 24", tra l'altro canestri con l'altissimo coefficiente di difficoltà. Non puoi far altro che battere le mani. Di Bella, uno che ha giocato la serie A e le coppe Europee da protagonista, nell'ultima azione ha dimostrato perchè in questo campionato può essere un fattore. Un'azione tipica del play estroso, che ha messo in serie difficoltà tutta la difesa rossoblù segnando il canestro della vittoria.

Ma quel di cui dobbiamo andare fieri, è che per batterci la Winterass è stata costretta a fare delle prodezze, in attacco e in difesa. Non ci hanno asfaltati, ma ci hanno superato di misura. Abbiamo pagato un paio di passaggi a vuoto che sono coincisi con break avversari, ma ci siamo sempre ripresi. I giovani hanno mostrato sensibili miglioramenti (superbo Bolis nel primo quarto), permettendo a coach Campanella di allungare le rotazioni. Non bisogna quindi abbattersi per questa sconfitta, ma prepararsi alla sfida di domenica al Palaterme contro Valsesia con la testa alta e tanto orgoglio da gettare in campo. Queste sconfitte fanno crescere: ce ne accorgeremo più avanti. 

Commenti