Archivio notizie

LE PAGELLE DEL MATCH CON LA SANGIORGESE

Pubblicato in - 2018-03-06 12:28:00

Questi i giudizi sui giocatori rossoblù dopo l'importante vittoria contro la Sangiorgese

MEINI 7,5 - La burrasca del secondo tempo lo vede principale protagonista. Inizia con un paio di canestri da tre, prosegue con un paio di assist e poi guadagna i falli che chiudono la contesa. Senza dimenticare i 5 rimbalzi.

CENTANNI 7 - Ci mette un po' a entrare in partita. Nel primo tempo sbaglia lo sbagliabile, nella ripresa infila il missile che probabilmente accende definitivamente la luce. C'è da dire che la difesa lombarda gli ha riservato un trattamento di riguardo, come confermano le forzature (7/20 al tiro).

PETRUCCI 8 - Match winner senza se e senza ma. Sempre dentro la partita, costruisce una gara solida sui due lati del campo: chirurgico in attacco (9/11), onnipresente in difesa (10 rimbalzi). Il capolavoro lo compie nel finale piazzando i due fendenti che infiammano il Palaterme. 

ARTIOLI 7,5 - Gioca col fuoco sacro dentro. In area vola di tutto di più ma non si intimorisce, e nella giornata in cui il Galma non punge ecco che Giorgione dice presente: 15 punti, 8 rimbalzi e 7 falli subiti. Unico neo, a essere pignoli, le 5 perse.

GALMARINI 6 - Il piano partita della Sangiorgese è chiaro: il Galma non deve ricevere. E così Lenti e Toso lo lavorano (un eufemismo) ai fianchi, e in attacco Lorenzo può far poco (3 punti con 1/4), se non lavorare per i compagni. E' nella sua metà campo che detta legge: 6 stoppate e tante parabole condizionate.

CALLARA 6 - Solo 13' in campo dove non trova spazio per i suoi fendenti, ma nel finale segna due liberi d'oro zecchino.

GALLI 6 - Catapultato in campo a sorpresa per l'assenza di Bolis, il giovane play si limita all'ordinaria amministrazione senza forzare. Che sia tornato è già una bella notizia.

EVOTTI 6 - Solita gagliarda e puntuale gara difensiva, gioca 18' di sudore e sacrificio senza trovare stavolta il canestro dalla lunga.

COACH CAMPANELLA 7,5 - Ribalta la gara nella ripresa con la zona ed un paio di accorgimenti che mandano al bar il collega conterraneo. Questa squadra è nelle sue mani e questa vittoria ne è l'ennesima conferma. 

 

 

Commenti