Archivio notizie

NON FERMIAMOCI QUI

Pubblicato in Ipse dixit - 2017-11-28 18:13:00

La migliore prestazione stagionale ci ha consentito una larga e convincente vittoria contro San Miniato, in una partita in cui sin dal primo quarto i rossoblù hanno messo le mani avanti e non si sono fatti più riprendere, interpretando al meglio tutto ciò che hanno preparato in settimana per affrontare un avversario storicamente ostico. Annichilita da un primo quarto stellare, la squadra di Barsotti è apparsa la brutta copia di quella agguerrita e dinamica che siamo abituati a vedere. Gran merito indubbiamente dei ragazzi di coach Campanella, molto soddisfatto a fine gara: “Noi allenatori siamo solitamente incontentabili – gongola il coach – stavolta ai ragazzi non posso fare alcun appunto. Abbiamo giocato una buonissima partita, mettendo in campo tutte le nostre idee offensive e difensive. Sin dal primo quarto i nostri avversari hanno trovato difficoltà ad esprimere il loro gioco, e tanto merito è stato nostro. Sono prestazioni che gratificano il lavoro in palestra e sono contento di aver regalato una gioia al nostro pubblico”. Da sottolineare la prestazione della panchina, che non ha fatto certo rimpiangere i titolari, in particolare Callara e Galli hanno segnato e mostrato personalità. E la soddisfazione del giovane playmaker termale a fine gara era tangibile: “Sono contento per me ma soprattutto per i compagni – ha detto Galli – siamo stati subito aggressivi e determinati e non abbiamo mai messo San Miniato in condizione di farci male. Prestazioni così aumentano l’autostima”. Adesso Montecatini è a quota 12 in classifica, a ridosso delle grandi del campionato, e pur tra molte difficoltà logistiche (Palaterme inutilizzabile per quasi tutta questa settimana) ha iniziato a preparare la trasferta di domenica a Cecina, prima tappa di un tour de force che porterà Meini & co. a giocare tre partite in una settimana. Diopo vittorie così, l'imperativo è non abbassare lo sguardo e non sedersi sul sellino. Ma continuare a spingere, come un ciclista in fuga sul Tourmalet.

Commenti