News

NIENTE DRAMMI: RIALZARSI E RIPARTIRE, TUTTI INSIEME .

Dopo una prestazione così opaca e che non lascia spazio ad alcuna recriminazione, la tentazione sarebbe quella di abbattersi e vedere il bicchiere quasi del tutto vuoto. A Pavia non ha funzionato nulla, nè l'attacco, nè la difesa, e due dati statistici spiegano la serataccia del Palaravizza: nessun giocatore rossoblù in doppia cifra (prima volta in stagione) e il divario nella valutazione (86-34), enorme se pensiamo che nell'ultimo quarto la Winterass ha pensato solo a festeggiare l'addio al basket di Fabio Di Bella. La gara è finita sul 65-34 al minuto 25', poi è diventata un allenamento.

Ma adesso non è certo il caso di aprire processi e lanciare accuse verso chicchessia. Siamo esattamente nella posizione dove a inizio stagione si pensava di poter essere, a cavallo tra la salvezza e i playout, e solo qualche partita sfortunata ci ha impedito di arrivare alla salvezza con meritato anticipo. Purtroppo il campo ha dato il suo verdetto e lo dobbiamo rispettare. Dovremo conquistare la salvezza nei playout ma lo potremo fare a casa nostra, sul nostro campo. Gli americani usano in questi casi un hashtag efficace, #notinmyhouse, e questo dovrà essere il mantra da qui al 12 maggio, giorno in cui si giocherebbe l'eventuale gara5 dei playout (28 aprile e 1 maggio a Montecatini, 5 e 8 maggio in trasferta, eventuale quinta il 12 al Palaterme).

Il Palaterme, a partire da sabato sera nel match con Cecina, dovrà diventare un bunker, una bolgia, dovrà far pesare il fattore campo, dovrà sostenere i ragazzi dal primo al quarantesimo minuto, qualunque sia l'avversario, che sia Cecina o Siena. Tutti noi dovremo stare vicini alla squadra e non far pesare questa fase della stagione, darle la giusta importanza, perchè il rischio è che la pressione la squadra se la crei da sola.

I ragazzi sono perfettamente consapevoli della posta in palio e devono avere la mente sgombra, libera, con un solo e chiaro obiettivo: lottare e giocare tutti insieme la salvezza. Tutti insieme, tutti uniti, ricordando quel che dicono gli americani: #notinmyhouse.

 

 

Pubblicata in Ipse dixit il 2019-04-15 18:45:00

Altre news in Ipse dixit.

  • NIENTE DRAMMI: RIALZARSI E RIPARTIRE, TUTTI INSIEME

    Dopo una prestazione così opaca e che non lascia spazio ad alcuna recriminazione, la...
  • IL DOPO MIGLIORI SI CHIAMA DIFESA

    Il blitz che ci ha permesso di sostituire Migliori con Fernando Marengo ha risolto il problema...
  • CI VUOLE EQUILIBRIO

    Abbiamo chiuso il girone di andata a quota 12 punti, con un bilancio di 6 partite vinte e 9 perse...
  • SI CHIUDE UN GRANDE 2018

    Il 2018 è finito con una sconfitta, ma non per questo va in archivio con un bilancio...
  • LA RABBIA E L'ORGOGLIO

    Non ci piace fare le vittime e mai ci piacerà, ma dopo la partita di ieri a Piombino...

LASCIA UN COMMENTO .