Archivio notizie

LA GRANDE GIOIA DI COACH CAMPANELLA

Pubblicato in - 2018-02-04 20:39:00

I numeri nel basket molto spesso dicono tutto. Dicono che una squadra sta tirando col 65% da tre punti da cinque partite, dicono che Montecatini è arrivata alla quinta vittoria consecutiva nel girone di ritorno, la sesta nelle ultime sette partite e che ha ottenuto il sesto successo esterno su dieci gare disputate. Numeri che non mentono, numeri che consegnano alla squadra rossoblù il quarto posto solitario in classifica, mettendo a debita distanza le inseguitrici e mettendo addirittura nel mirino il podio, perché mercoledi nel turno infrasettimanale al Palaterme arriverà Milano, terza forza del campionato che ha solo 4 punti di vantaggio sui termali. La vittoria di sabato sera ad Alba è stata l’ennesima perla di un girone di ritorno che finora parla solo rossoblù, vincendo una gara bellissima e aperta ad ogni risultato, per merito di una Witt Alba che si è arresa solo al suono della sirena. Montecatini è stata guidata saggiamente in panchina da coach Campanella, che ha avuto in campo i suoi fini dicitori, ovvero Guido Meini (26 punti, 9/11 al tiro, 6 rimbalzi, 7 assist) e Simone Centanni (27 punti, 9/16 al tiro, 5 assist), trascinatori di un gruppo ormai convinto dei propri mezzi. Il coach rossoblù a fine gara ha seminato solo elogi: “Siamo certamente contenti – dice – i ragazzi hanno vinto una partita bellissima su un campo difficile, loro ci tenevano a vincere ed avevano lanciato appelli per riempire il palazzetto, credo che al di la del risultato la gente si sia divertita. Abbiamo vinto una gara che è andata contro le nostre abitudini, ovvero giocare a chi fa un canestro più dell’avversario, e nel finale abbiamo costruito buoni tiri anche quando il pallone scottava. Abbiamo gestito bene il finale, abbiamo dimostrato un’altra dimensione, anche offensiva e non solo difensiva”. Una vittoria da squadra matura, che ha saputo soffrire, recuperare e vincere. “Senza dubbio – continua il coach rossoblù – stasera abbiamo avuto la conferma che la squadra crede in quello che fa, che ha preso consapevolezza delle proprie qualità. Alba non merita la classifica che occupa, qui sarà difficile vincere per tutti, e per farlo abbiamo dovuto creare un 8/14 da tre nella ripresa”. Sul fronte piemontese, coach Iacomuzzi prende la sconfitta con filosofia: “Sapevamo di non essere una squadra difensiva, ma in alcune occasioni dovevamo avere maggiore attenzione. Sapevamo che Montecatini è una squadra di tiratori, sapevamo che stanno tirando bene, ma abbiamo concesso troppo a Centanni e Meini. La consolazione è che giocando così prima o poi girerà bene anche per noi. Complimenti a Montecatini, squadra di grande compattezza”. Il campionato non concede tregua: mercoledi si torna in campo per il turno infrasettimanale, come detto al Palaterme (ore 21) arriva la Super Flavor Milano, una di quelle partite che meriterebbe il pubblico delle grandi occasioni, soprattutto per tifare una squadra sempre più autoritaria.

Commenti