Archivio notizie

ORZINUOVI, UNA CORAZZATA

Pubblicato in - 2017-04-29 15:59:00

Cinquanta punti in trenta giornate, venticinque partite vinte e cinque perse, una sola sconfitta in casa (contro Desio) a fronte di 14 nitide vittorie. Questo è il biglietto da visita della Agribertocchi Orzinuovi, la nostra prima avversaria in questa nuova avventura chiamata playoff. Un ruolino di marcia che non ammette discussioni, per di più in un girone difficile e tecnicamente di altissimo livello, e che conferma che la squadra allenata da Alessandro Crotti è stata costruita per provare il grande salto. Un dato su tutti: Orzinuovi ha chiuso il girone con la miglior difesa, concedendo 63,8 punti per gara alle avversarie. Indice di una squadra forte che sa sacrificarsi per ottenere risultati. Il roster dei bresciani come detto deborda di qualità e talento. In regia troviamo l’esperto Carlo Cantone (9 pt, 45% da tre, 2,7 assist), professione metronomo, giocatore di fosforo ma anche pronto a sparare dall’arco, come un po’ tutta la squadra. La sconfinata batteria di esterni presenta la guardia Antonio Ruggiero (12,7 pt, 44% da tre, 2,8 assist), grande attaccante e ottimo tiratore; la guardia Marco Bona, miglior realizzatore della squadra per partite giocate (12,5 punti in 19 partite), realizzatore di altissimo livello e mortifero sugli scarichi; l’ala guardia Andrea Scanzi (9,1 pt, 36% da tre), giocatore aggressivo, dinamico, dotato di fisico e tecnica, e l’estroso play-guardia Mohamed Tourè (7 pt, 43% da due, 31% da tre) grande atleta e probabilmente il miglior difensore della squadra. Passando ai lunghi, in area c’è grande affollamento di talento e fisicità. Ad iniziare dall’esperto Rodolfo Valenti, giocatore con passato importante anche in serie A, miglior rimbalzista della squadra (5,8), grande agonista e lottatore; degni compagni di reparto sono Giorgio Piunti, Davide Zambon e Riccardo Perego, giocatori di sostanza, rimbalzisti, protagonisti di un quartetto di assoluto livello per la categoria. Zambon è il giocatore più “navigato” (39 anni) e lo scorso anno ha giocato a Roma con capitan Meini., Perego è una vecchia conoscenza del basket montecatinese, vincitore nel 1990 dello scudetto Juniores con il Montecatini Sporting Club targato Snai assieme a Garri, Cotani, Giachetti e tanti altri, a 36 anni fa ancora la differenza dopo essersi costruito una carriera di altissimo livello in serie B. Completano il roster la 22enne guardia Lorenzetti e il 23enne Fossati, arrivato nel mercato di gennaio, giocatori di complemento che comunque farebbero comodo a qualsiasi squadra di serie B.

Commenti