Archivio notizie

L'IMPRESA NON RIESCE, LA BALTUR VA IN FINALE: 55-73

Pubblicato in - 2018-05-19 18:43:00

Ci abbiamo provato, col cuore, con l'orgoglio, con le energie rimaste. Ma mai come stavolta ha vinto la più forte, la più attrezzata, la più completa. Ha vinto la squadra che per tre partite ha dimostrato che meriterebbe senza dubbio di andare in A2. La Baltur Cento si è aggiudicata anche garatre (73-55) e ha messo fine alla stagione di Montecatini, che ha salutato con l’applauso fragoroso del suo pubblico per un'annata che resta strepitosa, che ha battuto tutti i record societari e che ha riacceso l’entusiasmo di una città. I rossoblù hanno cercato di restare attaccati alla partita con tutte le risorse disponibili, ma alla fine hanno ceduto il passo ad una squadra chirurgica, pronta a punire ogni errore con tante, troppe, armi a propria disposizione.

Sin dall’inizio si intuisce che la Baltur, sostenuta incessantemente da più di 300 tifosi giunti in Toscana, dovrà faticare parecchio per uscire con i due punti dal Palaterme. Montecatini è tonica, lotta su ogni pallone e non arretra di un centimetro in difesa. Il duello è tra Meini e Piunti: il capitano infila due triple che accendono la fiamma della speranza, Piunti spegne subito gli ardori risultando immarcabile sotto canestro. La Baltur si tiene a galla con i canestri del suo pivot, Montecatini replica con Petrucci e infila una serie di azioni difensive che stampano il punteggio sul 18-20 al 10’. La partita sale di intensità e nel secondo quarto si vedono difese da playoff. Piunti continua a seminare disastri nell’area rossoblù, mentre i suoi dirimpettai Artioli e Galmarini non riescono a pungere, così come non è quasi mai successo nelle partite di questa serie. Coach Benedetto trova respiro anche a Pasqualin e D’Alessandro, mentre Cantone inizia a tessere la tela della sua intelligente regia. All’intervallo i rossoblù sono in svantaggio solo di 7 punti e danno l’impressione di poter provare nella ripresa il tutto per tutto. Ma non hanno fatto i conti con il grande ex, Nelson Rizzitiello: beccato dai suoi ex tifosi (ma senza esagerazioni), l’ala della Baltur dipinge una serie di canestri di pregevole fattura, tra cui una tripla che ricaccia indietro una Montecatini arrivato fino a -5 grazie a Centanni. I canestri di Rizzitiello, uniti alla grande difesa collettiva della Baltur, spingono indietro Montecatini che tocca la doppia cifra di svantaggio sul finire del terzo quarto (40-51). La resa è vicina ma non è ancora scritta, perché Meini e Centanni hanno ancora birra e provano a ispirare la rimonta. Ma è ancora Rizzitiello, con la collaborazione di Chiera e Cantone, a mettere definitivamente la parola fine sulla serie e sulla stagione di una Montecatini che esce tra gli applausi di tutti, tifosi locali e tifosi avversari. Cento arriva dove voleva arrivare, con la speranza di tornare al Palaterme il 9 giugno per le Final Four. I rossoblù si prendono i complimenti e le pacche sulle spalle, con la consapevolezza che il seme che è stato gettato quest’anno è destinato a crescere, come testimoniano i 1400 spettatori presenti al Palaterme. 

MONTECATINI – Centanni 17 (2/6, 4/7), Artioli 4 (2/3, 0/3), Meini 12 (3/5, 1/8), Mucci, Galli (0/1, 0/2), Galmarini 2 (1/5), Petrucci 14 (2/5, 3/6), Callara, Evotti (0/2 da tre), Soriani ne, Sene, Bolis 6 (2/3, 0/1). All.: Campanella.
BALTUR CENTO – Ba 8 (2/3), Piunti 17 (7/9, 1/1), Vico 6 (3/9, 0/1), Chiera 10 (2/3, 0/5), Graziani, Pasqualin 3 (0/1, 1\4), D’Alessandro 7 (2/2, 1\2), Cantone 6 (1/1, 2/3), Mastrangelo 2 (1/1), Fioravanti, Rizzitiello 14 (5/6, 1/6). All.: Benedetto.
ARBITRI – D’Orazio e Vigato.
PARZIALI: 18-20, 27-35, 40-51. Tiri da due: Montecatini 12/28, Cento 22/35. Tiri da tre: Montecatini 8/29, Cento 6/22. Rimbalzi: Montecatini 27, Cento 32. Assist: Montecatini 6, Cento 14.

Commenti